Sodalizio collaborativo importante tra Hauser & Wirth e la Fondazione Piero Manzoni

Marc Payot, partner e vicepresidente della Hauser & Wirth, colosso svizzero con spazi a New York, Los Angeles, Zurigo, Londra, Somerset, Gstaad, si dichiara onorato di questa sinergia collaborativa e sarà il rappresentante e referente ufficiale del lascito di Piero Manzoni nel mondo, che è amministrato dalla fondazione gestita dalla famiglia dell’artista. Pyot ha spiegato “L’artista ha già un forte seguito nelle collezioni e nei musei americani. Ma quello che credo sia più importante, è coinvolgere una nuova e più giovane folla di critici, curatori, pensatori e mantenerne viva l’attenzione e la memoria dell’opinione pubblica internazionale”. Di recente una “Merda d’artista69” è stata battuta all’asta al prezzo record di 275 mila euro, mentre nel 2013 un suo “Achrome” è passato in asta da Christie’s a 14 milioni di euro. Cifre davvero considerevoli. 

Rispondi