“Mio padre e il premio negato” (Articolo tratto da Sgarbi vs Capre – Il Resto del Carlino)

MIO PADRE E IL PREMIO NEGATO – di Vittorio Sgarbi

La qualità della letteratura italiana è così alta oggi, che vede un’istituzione culturale come il Premio Viareggio, non ha trovato modo di attribuire il riconoscimento al libro “Lei mi parla ancora” di uno scrittore di 96 anni, Giuseppe Sgarbi, mio padre. Nonostante il mio maldestro tentativo di corrompere i giurati, tutti disponibili a riconoscere il valore del libro. Formidabili, mi hanno dato una lezione: tu pensi di raccomandarci il modesto libro di quel vecchio malvissuto che è tuo padre, che ricorda sua moglie morta e noi ti dovremmo garantire il nostro sostegno, quando sono in concorso grandi scrittori? Illuso. Questo è un premio serio, non per papà di figli. Smascherato, ora Nino può morire in pace.

(Articolo tratto dallo spazio “Sgarbi v s Capre” inserito all’interno del quotidiano Il Resto del Carlino)

Rispondi