DA NON PERDERE: LA GRANDE COLLEZIONE CAVALLINI SGARBI A FERRARA

L’esposizione al Castello Estense è dedicata alla Collezione Cavallini Sgarbi: 130 opere tra dipinti e sculture, dall’inizio del Quattrocento alla metà del Novecento, raccolte in circa 40 anni di collezionismo appassionato da Vittorio Sgarbi con la madre Caterina “Rina” Cavallini e con la presenza silenziosa di Giuseppe Sgarbi, provenienti dalla Fondazione Cavallini Sgarbi. Elisabetta Sgarbi, per il tramite della propria fondazione, ha voluto che questa mostra raccontasse, nel luogo più rappresentativo della città di Ferrara, non solo la storia di una straordinaria impresa culturale, ma anche quella di una famiglia ferrarese che all’arte ha dedicato tutte le proprie energie. Dopo aver acquisito 2800 titoli delle 3500 fonti, trattati, guide e storie locali databili dal 1503 al 1898, elencati da Julius Von Schlosser nella sua letteratura artistica, cuore di una biblioteca con oltre 220.000 volumi, Vittorio Sgarbi capisce che “collezionare quadri e sculture poteva essere più divertente che possedere il libro più raro”. Questa illuminazione scaturisce dall’incontro con Mario Lanfranchi, grande collezionista.

Mostra in allestimento fino al 2 Settembre 2018.

 

Elena Gollini e Vittorio Sgarbi

Rispondi