Il mondo delle donne celebrato da Matteo Fieno

Ci sono tanti modi di celebrare e omaggiare il variegato mondo delle donne attraverso l’espressione creativa. Matteo Fieno, artista di grande virtù espressiva, è riuscito a ricavarsi una propria peculiare cifra stilistica, che attinge dal solido fondamento figurativo della tradizione e si evolve sui binari di una rivisitazione soggettiva sempre accattivante nella resa compositiva d’insieme.

Nel commentarne i tratti distintivi della formula pittorica la dottoressa Elena Gollini ha evidenziato: “Le visioni femminili proposte nei quadri di Matteo conducono lo spettatore verso nuovi orizzonti, in un viaggio dal sapore retrò-bon ton e al contempo sensualmente cosmopolita. Tramite una propria rielaborazione linguistica dimostra piena padronanza narrativa, perizia figurativa e conoscenza tecnica. Usa una tavolozza volutamente intrisa da una patina di antico, di atmosfere evanescenti in una visione estetica parzialmente sfuocata nei contorni. L’ampia variazione cromatica rafforza la sintassi espressiva. È una pittura d’impronta sperimentale e classica al tempo stesso, che indaga con arguzia la psiche umana traslata al femminile e si veste di passione, sentimento, emozione, energia vitale“. E ancora ha spiegato: “Il mosaico di forme e immagini dall’apparente semplicità compositiva delle strutture narrative si esplica in un’elaborazione ragionata e ponderata, dove ogni componente si inserisce nel contesto rappresentativo per motivi precisi, di equilibrio ottico, cromatico e semantico. Matteo ha una personalità artistica proiettata verso un’inclinazione impressionista con profonde connotazioni emotive. La donna è vista come risorsa sublime e fonte d’ispirazione del traguardo creativo, innescato da un percorso esistenziale di costante ricerca di significati primari da inserire in un linguaggio universalmente condivisibile“.

 

Rispondi