THOMAS LANZI

Biografia di Thomas Lanzi

Thomas Lanzi nasce in un giorno dove la neve non dava tregua al piccolo paese dell’Appennino reggiano Castelnovo né Monti l’11 febbraio 1986. L’amore incondizionato per la sua montagna lo porta a trascorrere tutta la sua esistenza in questi luoghi.  Si diploma presso l’istituto tecnico industriale ad indirizzo elettrotecnico, concluso il quale scopre che la sua passione non ha nulla a che fare con gli studi portati a termine: il suo sogno è di valorizzare i luoghi in cui è nato, quei piccoli paesi dimenticati dai troppi, trascurati da molti e abbandonati dai più. Decide quindi di aprire un’attività in proprio, un bar/birreria/pizzeria dove la parola d’ordine sia aggregazione. Trova quindi un piccolo bar ormai in disuso nell’appenino modenese al quale decide di ridare vita. Circa un anno fa si avvicina al mondo dell’arte per caso. Completamente privo di qualsivoglia formazione artistica senza aspettativa alcuna prende in mano una spatola, un pennello e i colori ed inizia a dar vita al suo sentire, questa è la sua arte. Un’arte senza pretese che non vuole stupire e che non si aspetta applausi, non cerca consensi, ma vuole essere solo un’espressione che viene da dentro. Questa sua arte emerge anche dalla particolarità del suo locale dove lui stesso ha dipinto e creato e ha dato la possibilità ad altri di farlo liberamente perché l’arte ha bisogno di libertà e a lui importa sopratutto essere libero. Nello stesso locale sono esposte alcune delle sue opere, mentre altre sono state in esposizione presso la galleria d’arte “Flayer Art Gallery” di Roma. Prendendo maggior coscienza di questa sua nuova passione, continua a sperimentare dipingendo nuovi materiali come il legno.

 

LEGGI LA RECENSIONE CRITICA A CURA DI ELENA GOLLINI

 

CONTATTI

 

INTERVISTA ALL’ARTISTA – a cura di Elena Gollini

D: Una tua riflessione sul concetto di artista moderno e contemporaneo;
R: Un’artista è colui che utilizza senza barriere di alcun tipo tutto ciò di cui dispone nel creare e nel dare vita alle idee e ai pensieri che sente. A questo proposito credo che un artista definito “moderno e contemporaneo” sia quell’individuo che esperimenta sé stesso nell’arte senza appartenere a precise “scuole di pensiero”

D: Quali progetti di ricerca creativa stai portando avanti nel tuo percorso artistico?
R: Mi sono avvicinato ad una tela per caso, affascinato da alcune opere di pittori locali e col pensiero che fosse il modo migliore per esprimere quello che sentivo dentro. Prendendo coscienza di questa mia nuova passione ho iniziato a documentarmi e ad interessarmi a questo mondo che fino a poco prima mi era estraneo e sperimentando diversi tipi di colori, materiali e utensili. Credo quindi che il mio percorso artistico non abbia un progetto di ricerca ben definito, ma che venga caratterizzato dalla mia continua voglia di sperimentare.

D: Una tua valutazione di commento generale sul mondo dell’arte e della cultura;
R: L’arte e la cultura sono due componenti fondamentali che danno vita all’essenza stessa dell’individuo. Nel corso della storia hanno dimostrato la loro importanza nel poter abbattere le barriere e i limiti che la società aveva creato, dando la possibilità all’uomo di essere libero di esprimere se stesso e l’arte ne è portavoce

 

PHOTOGALLERY

 

Condividi