PUBBLICATA ONLINE LA MOSTRA “ENERGIA CREATIVA” DI CRISTINA TICHITOLI

L’artista contemporanea Cristina Tichitoli, in arte Crys”, è stata ufficialmente selezionata dalla Dott.ssa Elena Gollini per prendere parte al progetto delle mostre online da lei curate all’interno di un’esclusiva piattaforma web. L’esposizione dedicata alle creazioni della Tichitoli è stata intitolata “Energia creativa” per dare il massimo risalto alla componente fondamentale e imprescindibile dell’energia, che supporta e sostiene il gesto e l’atto pittorico e diventa primaria come fonte e genesi d’ispirazione. La Dott.ssa Gollini ha posto in risalto alcune caratteristiche salienti dell’operato artistico della Tichitoli, che ne amplificano e ne accentuano il talento innato e l’estro vivace e incalzante. In particolare ha commentato: “Energia potente, energia pulsante, energia vibrante, energia che si propaga e assume sembianze visionarie. Non potevamo scegliere titolo migliore per designare la mostra di Cristina e dare importanza a questa portata energetica, che sfocia in un dinamismo plastico e in un movimento rivitalizzante. Cristina si ispira alle tendenze di orientamento Pop e New Pop, ad una filosofia espressiva molto attuale e molto sentita all’interno del panorama odierno, che vuole l’arte in costante e continuo divenire, che ama l’arte trasformista e camaleontica, inedita e sui generis, originale e non ripetitiva. L’arte pittorica di Cristina impostata secondo queste moderne concezioni risponde dunque perfettamente alle preferenze e ai gusti contemporanei e riesce a intercettare un bacino di fruizione a largo raggio e un target di estimatori consistente. A livello tecnico e strumentale, senza dubbio Cristina denota una padronanza ottimale nella perizia progettuale ed esecutiva. Nelle opere si ritrova il senso più intimo e profondo del difficile mestiere della tavolozza. Cristina si dimostra raffinata e sapiente artigiana del colore e delle combinazioni cromatiche e tonali. Non le interessa la sperimentazione fine a se stessa e tanto meno la sterile provocazione, che ha costellato buona parte della pittura figurativa del Novecento. Al contrario, ci tiene a recuperare e a valorizzare i principi cardine dell’arte pittorica, quelli che si basano sull’approfondita e accurata conoscenza del disegno e dell’uso del colore, giocato sulle vibrazioni tonali, sui contrasti chiaroscurali e sugli equilibri cromatici ben dosati e misurati. Cristina trasferisce e trasporta le sue stesse emozioni nei quadri, riuscendo tuttavia a rappresentare con puntuale oggettività, senza mai rifugiarsi in eccessi decorativi e descrittivi, sapendo cogliere e manifestare in tutta la sua pienezza un intenso accorato lirismo del cuore evocativo e un’intesa gioiosa poesia dell’anima”.

VISITA LA MOSTRA

 

Condividi

Rispondi